L’a.d. della Giomi, dopo il ricorso al tribunale: “Sono fiducioso nelle parole del presidente del Veneto Zaia, ma noi dal 30 aprile non possiamo e non dobbiamo più gestire i pazienti”.