La specificità torna in commissione

Il Consiglio Regionale ha discusso oggi il progetto di legge per il riordino delle Province. E’ stato ritirato l’emendamento scaturito dal progetto di legge firmato dall’assessore alla specificità della Provincia di Belluno Gianpaolo Bottacin dopo la richiesta del gruppo del Pd di ridiscuterne i termini in Commissione per arrivare a una soluzione condivisa.

Il fatto di non aver votato oggi comporta che i fondi dei canoni idrici che il mio provvedimento avrebbe svincolato rimangono utilizzabili dalla Provincia solo per la difesa del suolo e qualsiasi altro uso sarebbe illegittimo” afferma Bottacin che lamenta anche un cambio di posizione da parte dell’amministrazione provinciale che aveva condiviso il progetto.

La decisione va nella giusta direzione” afferma invece l’ex consigliere Sergio Reolon, promotore di un altro emendamento a sua volta ritirato, “Ora è auspicabile che il Consiglio Regionale recuperi quello spirito e quella unità che portarono al voto della legge 25, che tutte le istituzioni bellunesi, a cominciare dall’ente Provincia, ritrovino passione e combattività e che il Parlamento ed il Governo facciano la loro parte in coerenza con quanto previsto dalla legge Delrio per le tre Province interamente montane”.

Ti è piaciuto il video? Condividilo!