Molti passi chiusi e segnalazioni di black out

Si chiude una settimana segnata dall’arrivo dell’inverno vero, a 15 giorni dall’inizio della primera. E si chiude con un’altra nevicata che ha portato decine di centimetri oltre gli 800 metri. Non sono mancate difficoltà nella circolazione ed uscite di strada. In serata alla fitta nevicata si sono aggiunti lampi e tuoni e sono iniziate ad arrivare anche alcune segnalazioni di black out in particolare lungo la Val Boite ma non solo, mentre Veneto Strade provvedeva alla chiusura di numerosi passi dolomitici. Molti automobilisti si sono fatti cogliere impreparati rimanendo bloccati sulla carreggiata, altri si sono fermati a bordo strada per montare le catene e non sono mancate situazioni di caos come a Cortina, lungo la circonvallazione.

I nuovi apporti determinano un aumento del pericolo valanghe al massimo grado sia nella giornata di domenica che in quella di lunedì. L’attività valanghiva spontanea sarà frequente sulla maggior parte dei pendii ripidi anche perché il consolidamento della neve fresca sarà lento, e i distacchi provocati saranno probabili già con debole sovraccarico ovvero quello provocato da un singolo sciatore o da un escursionista con racchette da neve.

Ti è piaciuto il video? Condividilo!

SPONSOR