Zaia a valanga, Moretti doppiata. Tra i più votati a Belluno Reolon, Bottacin, Dal Farra, Bellumat, De Carlo e Toscani

Zaia vince sulla Moretti con uno scarto di ‘soli’ 18 punti (inferiore alla media regionale) e Flavio Tosi, con la sua coalizione, supera il grillino Jacopo Berti. Queste le due novità che caratterizzano il risultato (247 sezioni scrutinate su 247) delle regionali 2015 nella provincia di Belluno. La coalizione di centrodestra Zaia-FI-Indipendentisti-Fratelli d’Italia raccoglie il 48,5 per cento dei voti, mentre quella di centrosinistra si ferma a 29. Di poco inferiore è il divario tra i due candidati presidenti, Luca Zaia (46,5 per cento) e Alessandra Moretti (28,1). Rispetto all’andamento regionale Tosi e Berti a Belluno registrano risultati invertiti: primo il sindaco di Verona, con oltre 10 mila voti personali e 7688 voti alla coalizione, secondo il grillino Berti che ottiene 9698 voti personali e 6846 voti alla lista pentastellata. Esclusi l’indipendentista Alessio Morosin e Laura Di Lucia Coletti de L’Altro Veneto: entrambi non raggiungono la soglia minima del 3 per cento. Nel voto di lista trionfano la lista Zaia e la Lega Nord, rispettivamente con 15.270 voti e con 10864 preferenze, mentre il Pd si conferma prima forza del centrosinistra con 14.784 voti. I candidati più votati? Gianpaolo Bottacin della lista civica del presidente Zaia (1978 voti) e Sergio Reolon del Pd, con 2761 preferenze.

Ti è piaciuto il video? Condividilo!