A Belluno il primo decesso da Coronavirus

Primo decesso in provincia di Belluno a causa del Coronavirus: si tratta di una paziente di 91 anni ricoverata a Belluno e risultata positiva al Covid 19. L’anziana era stata trasferita dalla Geriatria di Feltre al reparto di Malattie infettive a Belluno, dopo il riscontro della positività al virus. Tutt’ora in corso le valutazioni del caso da parte dell’Istituto Superiore di Sanità sulle cause del decesso. Sono 30 i casi di positività in provincia secondo il bollettino odierno emanato da Azienda Zero. 711 i tamponi effettuati fino ad oggi dall’Ulss Dolomiti, 292 le persone in isolamento fiduciario. E sul fronte della riorganizzazione ospedaliera l’Ulss Dolomiti informa di aver assunto a tempo indeterminato 43 infermieri per il supporto alle unità operative. Nell’ambito di questa emergenza conferiti inoltre alcuni incarichi libero professionali ad alcuni medici: si tratta del dottor Giovanni Gouigoux, specialista in anestesia e rianimazione e in chirurgia d’urgenza e pronto soccorso, che rientra dalla quiescenza in per prestazioni specialistiche nella disciplina di medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza e del dottor Federico Bellavére, specialista in diabetologia e malattie del ricambio, in endocrinologia e in cardiologia. Rientrano in servizio anche la dottoressa Pier Anna Dal Mas, specialista in dermatologia e venereologia, e il dottor Stefano Guazzieri, medico specialista in urologia. Da segnalare anche il supporto del Presidente dell’Ordine degli infermieri della provincia di Belluno, Luigi Pais Dei Mori, come volontario a titolo gratuito al Dipartimento di Prevenzione. Dal Presidente Zaia intanto una pesante stima.

Ti è piaciuto il video? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp