Con la pandemia, in 200 si rivolgono alla Caritas per chiedere aiuto

Le bollette, l’affitto, il costo dei medicinali: un vero incubo per 200 persone che durante il lockdown si sono rivolte al Centro d’ascolto della Caritas diocesana di Belluno per chiedere aiuto, in virtù della difficoltà causate dalla pandemia. 40 i nuovi utenti, che hanno fatto affidamento alla struttura per la prima volta.

Ti è piaciuto il video? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp