Fase 2: i dubbi della Cgil di Belluno

La ripartenza prevista per il 4 maggio non convince la Cgil di Belluno, che in una nota esprime il proprio disappunto sulla gestione della cosiddetta “fase 2”. Tra i temi principali la riapertura delle aziende: “quasi tutti – commenta il Segretario Generale De Carli – potevano riprendere le attività nelle settimane scorse”. Un punto particolarmente spinoso riguarda proprio la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Ti è piaciuto il video? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp