L’incremento dei tamponi per trovare gli asintomatici

Un aggiornamento sulla situazione dei contagi da Coronavirus in provincia di Belluno: si segnala il decesso, avvenuto tra sabato e domenica, di un paziente Covid di 83 anni, ricoverato a Feltre. Il numero delle vittime sale dunque a 7, con 254 positivi al virus e 58 pazienti ricoverati: 43 a Belluno, 9 a Feltre e 6 ad Agordo. Complessivamente, i tamponi positivi in Veneto si attestano intorno alle 5500 unità. A Valle di Cadore il medico di base Antonio Bovalo è stato trovato positivo: i contatti avuti dal dottore sono stati ricostruiti e l’autorità competente ha provveduto a rintracciare tutte le persone interessate. A livello regionale il governatore Luca Zaia ha annunciato di voler partire con la sperimentazione del farmaco Avigan, un antinfluenzale che, se somministrato ai primi sintomi, avrebbe la capacità di fermare il Coronavirus. “L’Aifa deve darci l’autorizzazione – ha commentato Zaia – In Veneto stiamo già sperimentando 6 protocolli diversi”. E in collaborazione con l’Università di Padova è stato inoltre varato un “maxi piano anti virus”: si punta a intensificare la campagna di tamponi in atto e a individuare i soggetti positivi con sintomi lievi, o asintomatici, per consentire l’allargamento dell’isolamento domiciliare fiduciario attorno al contagiato. “Si tratta di trovare e isolare i trasmissori inconsapevoli – ha chiarito il prof. Andrea Crisanti, ideatore scientifico del Piano – Più casi positivi troviamo, meno persone si ammaleranno”. Coinvolta anche la Croce Rossa, che sta allestendo 15 squadre che cominceranno l’attività di screening da Padova, allargandosi progressivamente a tutto il Veneto.

Ti è piaciuto il video? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp